Se ne parla troppo poco: le malattie sessualmente trasmissibili sono patologie presenti e diffuse anche se spesso non vengono diagnosticate e curate, portando poi a complicazioni anche importanti. Oltre al già citato Papilloma Virus, una delle principali malattie sessualmente trasmissibili è la gonorrea, di cui ci occuperemo in questo articolo. Scopriamo quindi cos’è, quali sono i sintomi e come curare la gonorrea.

La gonorrea, così come le altre malattie sessualmente trasmissibili, si trasmette tramite rapporti sessuali non protetti, sia orali che vaginali che anali e in generale con il contatto tra cute e mucose; naturalmente, più si hanno rapporti con partners occasionali, più si rischia di contrarre la malattia.

La gonorrea colpisce sia uomini che donne, in modo diverso. Spesso può essere asintomatica; quando non lo è, negli uomini si può manifestare con dolore durante la minzione, dolore ai testicoli e perdite vischiose verdastre/giallastre; nelle donne, oltre alle perdite, si possono manifestare sanguinamenti anomali, dolore al basso ventre e durante i rapporti.

Quando non viene curata, la gonorrea oltre a danneggiare gli organi riproduttivi può portare ad infezioni anche in altre parti del corpo, come ossa, articolazioni, tendini e pelle. E’ importante curare la gonorrea perchè oltre ai problemi sopra menzionati, può anche portare all’infertilità.

La diagnosi va fatta naturalmente dal medico specialista, che dopo aver prescritto analisi delle urine o dei fluidi corporei, indicherà la terapia più efficace. Spesso, soprattutto se l’infezione non è avanzata, basta un ciclo di antibiotici per curare la gonorrea (e la clamidia, altra malattia sessualmente trasmissibile dai sintomi simili e che spesso viene contratta insieme ad essa).

Il rischio di contrarre la malattia si riduce utilizzando sempre il preservativo durante i rapporti e non avendo o avendo il minor numero di partners occasionali; inoltre, sottoporsi in maniera regolare a controlli specifici è fondamentale per evitare che l’infezione, se presente, si diffonda.

Se hai avuto uno o più rapporti non protetti oppure se vuoi avere la certezza di non aver contratto una malattia sessualmente trasmissibile, non esitare a prendere appuntamento per una visita presso una delle nostre sedi: contattaci!